Attività Associazione

Associazione Amici dei Musei del territorio lecchese

L’associazione di volontariato culturale nasce nel 1990 con lo scopo di promuovere: lo sviluppo e il coordinamento dei musei del territorio lecchese, la tutela, il restauro, la conservazione, la conoscenza del patrimonio artistico e culturale attraverso attività di ricerca, di studio, di educazione permanente.
Il concetto di “museo”, nella sua accezione più ampia, include il patrimonio storico-artistico-ambientale del territorio come bene da conoscere, salvaguardare e vivere. Da qui una serie di attività, visite guidate, corsi, conferenze, concerti, mostre, volte a valorizzare tale patrimonio e ad offrirlo ad un pubblico sempre più vasto e articolato.

Nel coltivare una propria specificità di intervento, senza rincorrere un eclettismo di proposte culturali a tutto campo, l’Associazione ha costruito una rete di collaborazioni con altre associazioni, enti, istituzioni per promuovere proposte ed interventi efficaci e qualificanti.

In primo luogo con il Comune di Lecco e altri Comuni della provincia, Enti, Istituzioni, privati
e altre Associazioni.

Iniziative principali promosse dall’Associazione:

  • il progetto per il restauro dei Giardini di Villa Manzoni, approvato dalla Sovraintendenza e dall’Amministrazione Comunale e non ancora realizzato.
  • la realizzazione del Museo Virtuale dell’Industria Lecchese-Palazzo Belgioioso, in collaborazione con il Rotary Club Lecco.
  • le rassegne di VIVIMUSICA e VIVIMUSEO dal 1999 e la partecipazione all’intereg Italia Svizzera nel 2011 in collaborazione con l’Associazione Mikrokosmos.
  • la realizzazione del Centro di Documentazione dell’Alpinismo Lecchese in collaborazione con il CAI Lecco, Sezione Riccardo Cassin.
  • la campagna per la conservazione dei beni architettonici e delle sculture funerarie che dal 2002 ci vede impegnati in prima linea, grazie al lavoro di ricerca e studio della Presidente dr.ssa Tiziana Rota, storica dell’arte, autrice di pubblicazioni che a tutt’oggi sono le uniche che hanno indagato su questo patrimonio comune:
  • censimento delle opere presenti nei Cimiteri Lecchesi, 2005
  • pieghevole-guida al Cimitero Monumentale di Lecco, 2005
  • Scultura all’aperto a Lecco e provincia, Amici dei Musei, 2009, Amici dei Musei.
  • Michele Vedani scultore, testimone di un’epoca, 2013, Amici dei Musei
  • Percorsi di arte, storia e paesaggio nei cimiteri di Lecco, 2014, Amici dei Musei.
  • Il cimitero Monumentale di Lecco, Un museo a cielo aperto, 2014, Amici dei Musei
  • Il sacro monte di Laorca, 2014, Amici dei Musei
  • Michele Vedani al cimitero Monumentale di Milano, 2014, Amici dei Musei
  • Sulle tracce di Antonio Stoppani. percorsi fra montagna, scienza ed arte in Lombardia e Canton Ticino, Adriana Baruffini (a cura di), 2014 Amici dei Musei.


Grazie a questo lavoro di ricerca, documentazione e pubblicazione, con l’ASCE (Association of Significant Cemeteries in Europe) abbiamo promosso l’inserimento del Cimitero Monumentale e del Cimitero di Laorca, nella ROUTE EUROPEA dei cimiteri significativi, tanto che Lecco è segnalata sulle guide europee al pari della Certosa di Bologna, dello Staglieno di Genova e dei cimiteri di Parigi, Barcellona, Berlino, Dublino…
Dal 2010 Lecco è nella Route Europea dei cimiteri significativi.


DONAZIONI E MOSTRE

  • Abbiamo promosso donazioni a i Musei Civici ( SIMUL) e organizzato mostre e mostre in spazi pubblici:
  • 2012 donazione dell’intero corpus di opere grafiche del Maestro Giansisto Gasparini al Comune di Lecco, in collaborazione con l’ex Assessore Michele Tavola e la Dr.ssa Barbara Cattaneo.
  • 2013 Mostra fotografica Angeli, dolenti, donne. La donna nella scultura dei cimiteri di Lecco esposta nel Cimitero Monumentale e nel cimitero di Rancio.
  • 2017 La Mostra Arte mi sia gentil esca, Giansisto Gasparini, Palazzo delle Paure sul tema della violenza contro le donne.
  • 2018 Grazie alla collaborazione avviata con il Vice Sindaco Simona Piazza, abbiamo promosso la mostra-omaggio al Maestro Giansisto Gasparini con la monumentale opera Come Luminosi Ventagli e la sua donazione al Comune di Lecco che si è impegnato a individuare una prestigiosa sede espositiva permanente per quest’opera, composta da 30 dipinti, che generosamente Gasparini ha donato alla sua città d’elezione, affinché tutti potessero goderne.
  • 2019 Mostra Raouf Gharbia, Leggere Leonardo, Cortile del Comune di Lecco, al Museo delle Grigne di Esino Lario. La mostra è stata esposta in altri comuni lombardi e Russia.

  • CONFERENZE, VISITE GUIDATE IN CITTÀ E NEL TERRITORIO, VISITE A MOSTRE E A CITTÀ D’ARTE in viaggi di uno o più giorni che sono ampiamente documentate con audiovisivi nella sezione archivio del sito.

Questo sito utilizza cookies tecnici per migliorare l'esperienza utente, come descritto nell'informativa Privacy